Cronologia

 

1902 Il 18 gennaio, con lo scopo di disciplinare la Lotta greco-romana e il Sollevamento pesi, nasce a Milano la FAI (Federazione Atletica Italiana), presieduta dal marchese Luigi Monticelli Obizzi.
1906 Ai "Giochi intermedi" di Atene la FAI conquista il 2° posto nel Sollevamento pesi con un braccio grazie a Tullio Camillotti.
1908 All'Olimpiade di Londra la FAI vince la prima medaglia d'oro con Enrico Porro nella Lotta greco-romana (leggeri).
1911 La sede della FAl è trasferita a Roma (presidente: Mario Cermenati).
1913 La sede della FAl torna a Milano (presidente: Silvio Brigatti).
1915 La sede della FAl è trasferita a Genova (presidente: Luigi Silvio Ugo).
1919 Ai "Giochi interalleati" ("Olimpiadi militari") di Joinville-le-Pont la FAI vince 3 medaglie d'argento nella Lotta greco-romana.
1920 All'Olimpiade di Anversa Filippo Bottino vince la medaglia d'oro nel Sollevamento pesi (massimi).
1924 All'Olimpiade di Parigi i pesisti Pierino Gabetti (piuma), Carlo Galimberti (medi) e Giuseppe Tonani (massimi) vincono tre medaglie d'oro.
1925 La sede della FAl torna a Milano (presidenti: Antonio Turri, poi Pietro Locatelli e Luigi Torretta).
1929 Il CONI accentra a Roma tutte le Federazioni sportive (presidenti: Augusto Turati, poi Riccardo Barisonzo e Giovanni Valente).
1930 La FAl organizza il primo Campionato italiano di Lotta stile libero.
1931 La FAI assorbe la Federazione Italiana Lotta Giapponese (nata nel 1924 con il nome Federazione Jiu-Jitsuista Italiana).
1932 All'Olimpiade di Los Angeles Giovanni Gozzi vince la medaglia d'oro nella Lotta greco-romana (piuma).
1933 La FAI cambia la propria denominazione in FIAP (Federazione Italiana Atletica Pesante).
1946 Si tiene a Bologna il primo Congresso federale del dopoguerra, che riunifica la FIAP (divisa tra Roma e Milano a causa delle vicende belliche) ed elegge presidente Giorgio Giubilo.
1948 All'Olimpiade di Londra Pietro Lombardi vince la medaglia d'oro nella Lotta greco-romana (mosca).
1952 Il Congresso di Trento elegge presidente Giovanni Valente.
1964 Ai Giochi di Tokyo il Judo maschile entra nel programma olimpico, nel quale viene incluso definitivamente ai Giochi del 1972.
1967 Il Congresso di Bologna elegge presidente Carlo Zanelli.
1974 La FlAP cambia la propria denominazione in FlLPJ (Federazione Italiana Lotta Pesi Judo).
1980 All'Olimpiade di Mosca Claudio Pollio ed Ezio Gamba vincono due medaglie d'oro nella Lotta stile libero (48 kg) e nel Judo (71 kg).
1981 Il Congresso di Roma elegge presidente Matteo Pellicone.
1982 In dicembre esce il primo numero della rivista federale ''Athlon".
1984 All'Olimpiade di Los Angeles Vincenzo Maenza e Norberto Oberburger vincono due medaglie d'oro nella Lotta greco-romana (48 kg) e nel Sollevamento pesi (110 kg).
1988 Ai Giochi di Seul Vincenzo Maenza vince la sua seconda medaglia d'oro nella Lotta greco-romana (48 kg).
1988 Ai Giochi di Seul il Judo femminile entra come sport dimostrativo nel programma olimpico, nel quale viene incluso definitivamente ai Giochi del 1992.
1990 Il 25 aprile s'inaugura a Ostia il Palazzetto FlLPJ, che in ottobre ospita il Campionato mondiale di Lotta greco-romana.
1992 Il 18 dicembre s'inaugura a Ostia il Centro di Preparazione Olimpica della FILPJ.
1993 In gennaio la Scuola Nazionale comincia l'attività.
1995 Il Karate, già disciplina associata, entra a far parte della FlLPJ, che assume, pertanto, la denominazione di FlLPJK (Federazione Italiana Lotta Pesi Judo Karate).
2000 Il 1° luglio 2000 l'Assemblea Nazionale delibera di dividere la FILPJK in Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali (FIJLKAM) e Federazione Italiana Pesistica e Cultura Fisica (FIPCF).
2002 La FIJLKAM celebra il Centenario della sua fondazione.
2004 Ai Giochi di Atene la Lotta femminile entra nel programma olimpico.
2008 All'Olimpiade di Pechino Andrea Minguzzi e Giulia Quintavalle vincono due medaglie d'oro nella Lotta greco-romana e nel Judo.
2012 Il 27 novembre s'inaugurano al Centro Olimpico della FIJLKAM a Ostia la Palazzina Direzionale multifunzioni e il Museo degli Sport di Combattimento.
2013 Dimissioni del Presidente Matteo Pellicone, che muore il 9 dicembre.
2014 Il 1° febbraio l'Assemblea Nazionale nomina Presidente Domenico Falcone.
2016 Il 4 dicembre l'Assemblea Nazionale nomina per la seconda volta Presidente Domenico Falcone.